Il garante: chi può farlo e quando è necessario

La figura del garante nell’ambito di un prestito è molto importante e, come tale, occorre conoscere cosa comporta designarne uno e quali sono le responsabilità che si assumerà quest’ultimo. Molti istituti di credito prima di erogare denaro ad un richiedente sono soliti assicurarsi che questo possieda i requisiti essenziali per poter restituire la somma presa …

Leggi tutto

Come aprire un call center

aprire call center

Sebbene i call center nel corso degli anni siano stati additati per una serie di casi connessi a pratiche scorrette, sono ancora un canale di comunicazione molto efficace. Sapere come aprire un call center ti aiuterà a districarti tra i complessi cavilli burocratici e legali che possono presentarsi lungo la tua strada. Perchè aprire un …

Leggi tutto

Cos’è una perizia calligrafica

perizia calligrafica

Da quando il processo penale è cambiato, ha mutato la sua portata e il suo iter, molte sono state le figure professionali messe in risalto per arricchire e rendere quanto più precisa e veritiera possibile la sentenza processuale. Tra queste nuove attività utili ed interessanti non si può non citare quella delle perizia calligrafica, divenuta …

Leggi tutto

Come contestare il testamento

testamento olografo contestare

Con il testamento, una persona può decidere come disporre dei propri beni a sua morte. È un atto giuridico che racchiude le ultime volontà, ma che oltre a contenere disposizioni patrimoniali, può anche indicare come usare i beni o che comportamenti morali assumere. Parliamo quindi di un documento vincolante, sia personalmente che finanziariamente, che in …

Leggi tutto

Prestiti senza busta paga e senza garante

Ottenere un prestito quando non si dispone di una busta paga o di un garante è davvero difficile. Si tratta, infatti, di due forme di tutela che servono all’ente che eroga il finanziamento nel caso in cui il debitore non riuscisse a restituire la somma di denaro chiesta in prestito. Sebbene ottenere del denaro cash …

Leggi tutto

Dimissioni: cosa spetta al dipendente che lascia volontariamente il lavoro

dimissioni volontarie

Qualunque lavoratore può decidere, nel rispetto dei dettami di legge, di recedere dal suo contratto di lavoro, alias di dimettersi. Non per forza vanno indicate delle motivazioni, né il dipendente risulta obbligato a dei vincoli se non quello di avvisare per tempo il proprio datore di lavoro. Quest’ultimo infatti non si può esimere dall’accettare il …

Leggi tutto

Naspi e disoccupazione: cosa prevede questa indennità e i ricorsi giurisprudenziali

la NASPI

La NASPI, acronimo di Nuova Prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego, è una nuova indennità erogata dall’ente previdenziale INPS per tutti coloro che perdono il posto di lavoro (in maniera involontaria). Ecco come funziona, chi può richiederla e cosa prevede, secondo anche le ultime pronunce giurisprudenziali. I soggetti che possono beneficiarne Se perdi involontariamente il …

Leggi tutto

Ferie non fruite dai docenti: vanno pagate? Le decisioni del giudice

ferie docenti vanno pagate

Nel mondo del diritto del lavoro, si parla di ferie non fruite per indicare dei giorni che spettavano al dipendente ma che non avendole godute, non andrebbero pagate. La regola vale anche per i docenti, anche se molte pronunce di tribunale hanno stabilito che il mancato godimento non sempre può rimanere non pagato. Il divieto …

Leggi tutto

Naspi in caso di Dimissioni? Cosa prevede l’ordinamento

naspi in caso di dimissioni

Per tutti coloro, o almeno buona parte, che decidono di lasciare volontariamente il posto di lavoro, non è prevista alcuna indennità di disoccupazione. Questo vale anche per la nuova figura della NASPI, atteso che la ratio della sua ragion d’essere è quella di aiutare coloro che non hanno un reddito, o che si sono visti …

Leggi tutto

Lavoro e Smart working: la posizione legislativa a riguardo

smart working legislazione

Da qualche mese a questa parte si sente spesso parlare di lavoro in smart working.  Sebbene infatti la legge avesse introdotto nel nostro ordinamento il lavoro da remoto nel 2017, nessuna azienda aveva provveduto realmente a considerare plausibile questa ipotesi per alcune categorie di lavoratori. Con l’emergenza coronavirus, sembra invece che lo smart working stia …

Leggi tutto