Cosa si può appendere nella bacheca condominiale

Uno degli oggetti sempre presenti (ma molto spesso poco considerato) nei condomini è la bacheca.

Prima di approfondire l’utilizzo di questo oggetto, è bene chiarire la “definizione” di bacheca condominiale. Essa è uno spazio, posto molto spesso vicino alle scale, nell’atrio o comunque in uno spazio comune di un condominio, in cui amministratore e condòmini possono appendere avvisi o annunci.

La decisione di montare la bacheca condominiale spetta all’assemblea e all’amministratore del condominio. L’amministratore poi, una volta installata,  deve assicurarsi che venga utilizzata in modo corretto ed efficiente.

bacheca condominiale in vetro e legno
Bacheche condominiali in vetro e legno

Questo strumento, se utilizzato correttamente, può essere davvero utile: grazie alla sua posizione visibile può essere un efficace mezzo di comunicazione per i condomini, amministratori e anche terzi.

Tuttavia è molto importante essere al corrente di ciò che può essere appeso in bacheca e ciò che invece è vietato e che può portare anche a delle sanzioni. Ecco di seguito un approfondimento con le informazioni più importanti quando si parla di una bacheca per un codominio.

Cosa appendere nella bacheca condominiale 👍

Nella bacheca condominiale vengono apposti gli avvisi per i condomini.

Gli avvisi sono principalmente comunicazioni tra amministratore e condomini e riguardano informazioni e lavori che interessano il condominio. Attenzione però, che non tutti gli avvisi per i condomini devono e/o possono transitare nella bacheca di condominio (un esempio è la convocazione dell’assemblea di condominio, che può essere richiamata anche in bacheca, ma deve arrivare personalmente ad ogni condomino!).

Per capire meglio quali tipologie di avvisi e cartelli possono essere inseriti in una bacheca condominiale, riportiamo una lista (non esaustiva) di cosa si può appendere:

  1. Contatti dell’amministratore: in caso di urgenza l’amministratore del condominio è la prima persona cui fare riferimento. La presenza del suo contatto telefonico o di un indirizzo mail può essere utile per condòmini ma anche a terzi.
  2. Contatti che sostituiscono quelli dell’amministratore: in alcuni periodi dell’anno, ad esempio durante le vacanze estive, l’amministratore potrebbe non essere reperibile o disponibile. Per questo motivo è importante che in quei periodo i condòmini sappiano a chi rivolgersi in caso di urgenze.
  3. Contatti di ditte cui rivolgersi per manutenzioni: nel caso di imprevisti e urgenze riguardanti l’edificio è necessario avere i contatti dei vari artigiani a cui rivolgersi.
  4. Interventi: la bacheca condominiale può contenere avvisi di lavori da svolgere nel condominio, potrebbero infatti essere necessari dei lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria. Tra questi interventi sono compresi la pulizia degli spazi comuni, manutenzione degli ascensori, derattizzazioni e disinfestazioni. Per quanto riguarda gli interventi sulla rete idrica ed elettrica potrebbero esserci anche avvisi relativi alla sospensione temporanea del servizio da parte delle aziende fornitrici per manutenzione, avvisi riguardanti guasti o lettura dei contatori.
  5. Gestione dei rifiuti: nei luoghi in cui è in vigore la raccolta differenziata porta a porta possono essere specificati i giorni di raccolta dei rifiuti e le modalità della raccolta stessa.
  6. Assemblea: in questo caso è necessario specificare alcuni aspetti. L’avviso di convocazione all’assemblea deve essere consegnato tramite raccomandata o tramite posta certificata, poiché con questi metodi è possibile confermare di aver ricevuto l’avviso. Almeno 30 giorni prima dell’assemblea in bacheca deve essere posto l’avviso, ma questo non può sostituire l’avviso individuale che deve essere spedito almeno 20 giorni prima. Può essere anticipato l’ordine del giorno e gli argomenti da discutere, questo può permettere di prepararsi e di perdere meno tempo durante la riunione, che dovrà essere verbalizzata e firmata in originale.
  7. Regolamento del condominio: quando si è a stretto contatto con altre persone è bene rispettare alcune regole di buona educazione, che nei condomini sono un obbligo. Solitamente questa serie di comportamenti comprende gli orari di riposo in cui è vietato disturbare con schiamazzi o rumori fastidiosi (ad esempio utilizzo di elettrodomestici in orari notturni).

Cosa non appendere nella bacheca condominiale 👎

Trattandosi di uno strumento visibile a tutti, alcuni potrebbero pensare che l’utilizzo della bacheca condominiale sia libero e discrezionale, in parole povere che si possa appendere qualsiasi cartello o avviso.

Non è così, infatti alcune informazioni non possono essere appese nella bacheca condominiale.

La regola principale da ricordare è che in un condominio la privacy dei singoli condòmini deve essere rispettata. Non possono essere appesi sulla bacheca:

  1. Dati sensibili dei condòmini: i dati personali non possono essere resi pubblici. Anche i contatti telefonici o mail devono essere esposti previo consenso di chi li possiede.
  2. Avvisi di pagamento: non possono essere resi pubblici i nomi di inquilini morosi o in ritardo con i pagamenti.
  3. Avvisi specifici per un condomino: nel caso in cui si debba richiamare un inquilino del condominio riguardo alcune regole di comportamento non è possibile fare riferimento ad una persona specifica, in bacheca possono essere appesi i regolamenti generici e che riguardano tutti.
  4. Dati di autoveicoli: in bacheca non possono essere fissate foto di auto e targhe di veicoli, nemmeno per richiamare i condòmini riguardo le infrazioni sui parcheggi o i posti auto assegnati.

Scegliere la bacheca condominiale

Se il vostro condominio deve acquistare una bacheca condominiale, online è possibile reperire una moltitudine di modelli a prezzi tutto sommato contenuti. Il vantaggio dell’acquisto online riguarda oltre il costo anche il fatto che si tratta di un oggetto non così diffuso nei negozi e potrebbe non essere facile trovare la bacheca delle dimensioni e del materiale che si desidera (es. in legno, sughero, plexigas etc).

Le caratteristiche a cui prestare attenzione quando si deve installare una nuova bacheca condominiale sono:

  1. Posizionamento della bacheca: deve essere posizionata in un luogo comune di passaggio, che può essere nell’atrio o vicino all’ascensore. Si scelgono questi luoghi perchè la bacheca deve essere ben visibile da tutti e non ha senso quindi posizionarla in un luogo precluso al passaggio dei condomini.
  2. Dimensioni: generalmente la grandezza più adeguata alla maggior parte dei condomini è 60×90 cm. Questa dimensione è sufficientemente ampia per esporre un buon numero di avvisi (ci stanno comodamente 6 fogli A4 interi).
  3. Materiali: una bacheca condominiale è sostanzialmente un supporto su cui esporre gli avvisi, per questo possono essere utilizzati dei pannelli di sughero. Può essere utile installare una bacheca in vetro, nel caso di condomini in cui è importante l’estetica oltre che un maggiore controllo su cosa viene affisso.

Di seguito consigliamo alcune bacheche per avvisi perfette per l’installazione in un atrio condominiale.

La bacheca condominiale digitale

Grazie all’innovazione tecnologica oggi è possibile avere una vera e propria bacheca condominiale, fruibile a tutti attraverso i canali digitali. Si parla in questo caso di

  • Bacheca condominiale elettronica, cioè installazione fisica ma gestione remota: si tratta di schermi o tablet che permettono di sostituire fisicamente la “vecchia” bacheca in legno con un display che mostra le informazioni necessarie. In questo caso l’installazione del device avviene sempre fisicamente in un luogo di passaggio del condominio, ma le informazioni possono essere aggiornate da remoto
  • Bacheca condominiale digitale, cioè le informazioni direttamente sui nostri device: si tratta di veri e propri sistemi di messaggistica che permettono di ricevere gli aggiornamenti dell’amministratore di condominio direttamente sui nostri telefonini, attraverso piattaforme cloud, app o e-mail. In pratica le informazioni che l’amministratore vuole comunicare ai condomini arrivano direttamente a questi ultimi sui loro device. Ci sono soluzioni informatiche molto avanzate che permettono questo, anche se a ben vedere è quello che succede già ad esempio con i gruppi WhatsApp condominiali.

I principali dubbi sulla bacheca di condominio

Abbiamo visto cosa si può affiggere e cosa no in una bacheca condominiale. Ecco le risposte ad altri dei principali dubbi che riguardano le bacheche condominiali.

Chi può usare la bacheca del condominio?

Generalmente la bacheca viene utilizzata dall’amministratore, questo non esclude che possa essere utilizzata anche da un singolo condomino, per informazioni nell’interesse di tutti. Si veda sopra il nostro articolo per approfondire cosa NON può essere affisso nelle bacheche condominiali.

La bacheca condominiale è obbligatoria?

Di fatto, la bacheca condominiale non è obbligatoria. E’ l’assemblea condominiale che decide se dotarsi di una bacheca e dove installarla.

Avvisi condominiali strappati: cosa fare?

Purtroppo può succedere che un condominio strappi gli avvisi apposti dall’amministratore di condominio. In questo caso, se l’autore è noto è possibile procedere con un esposto. Una soluzione può essere quella di prevedere una bacheca chiusa.

Lascia un commento